I fumetti digitali di Zandegù

Ciao lettori,

Vista la mia recente passione per le graphic novel, non poteva mancare una puntata nel mondo del fumetto digitale italiano. Con grande piacere, ho cominciato con qualche titolo di Zangedù, casa editrice solo digitale della quale ho già parlato in precedenza qui.

jane eyreHo iniziato con due piccole e deliziose pillole appartenenti alla collana Bignami a Fumetti altrimenti detti I Bigné, Jane Eyre e Orgoglio e Pregiudizio di Sicks.

Orgoglio e Pregiudizio è peraltro disponibile anche in inglese: si tratta del primo ebook pubblicato in lingua straniera da Zandegù. Il titolo, ovviamente, è Pride and Prejudice.
Il pregio di questi brevi ma incisivi fumetti sta nella capacità di ri-raccontare in modo simpatico ed ironico classici senza tempo, inserendo piccoli accenni alla modernità, battute, ed un linguaggio tipico dei nostri giorni. È impossibile che la lettura non riesca a strappare almeno un sorriso. La versione a fumetti proposta da Sicks è molto snella, si divora anzi fin troppo rapidamente.

Sicks è un’illustratrice romana, che si è fatta conoscere nell’ambiente underground della capitale e ha fatto parte di un collettivo col quale ha partecipato a diverse edizioni di Crack! Fumetti Dirompenti. Nel corso della sua carriera ha esposto alla MF Gallery di NY, alla True Hate Art Gallery di La Rochelle e alla Mondo Pop Gallery di Roma. Sempre tra I Bigné di Zandegù, è suo anche La Sirenetta.

Camilla e Ludovico

Un altro tipo di graphic novel è Camilla e Ludovico, di Eleonora Antonioni e Sergio Verbella.

La prima è fumettista e illustratrice e vanta collaborazioni con Einaudi Ragazzi, Rizzoli, Giulio Perrone Editore, Black Velvet, Kappa Edizioni. Attualmente collabora con il web magazine STREAM! ed ha creato, nel 2012, la premiata serie a fumetti BICICLETTE | Bicycles.

Il secondo è grafico e illustratore, redattore,dal 1991 al 2007, di Maltese Narrazioni, e vanta collaborazioni con il Mucchio Selvaggio e Fabbri Editori.

La storia di Camilla e Ludovico è d’altri tempi: due bambini che si scambiano lettere, parlando dei loro cartoni e dei loro giochi preferiti: si parla di Mila e Shiro, Game Boy e TV in bianco e nero, mentre Camilla sogna un abbonamento a Cucciolotto, rivista per bambini sulla quale ha trovato l’indirizzo di Ludovico, che era in cerca di amici di penna.

La nostalgia e la tenerezza la fanno da padrone, in una storia che al giorno d’oggi non sarebbe replicabile, visti i cambiamenti che le innovazioni tecnologiche hanno portato anche nella vita dei giovanissimi, portando forse alla perdita di una certa innocenza e genuinità.

Stay Tuned

Annunci
I fumetti digitali di Zandegù