La fame che abbiamo | Dave Eggers

Buon 2014 a tutti!

Inizio il nuovo anno parlandovi del primo (e probabilmente, anche l’ultimo) libro che volevo leggere durante queste vacanze che ho letto davvero: La fame che abbiamo di Eggers.

r-DAVE-EGGERS-large570

Come ho scritto qui, ho letto questo libro come antipasto a The Circle, che vorrei leggere nel 2014 pur avendo già letto pareri negativi a riguardo. Che dire, l’etichetta «racconti discreti» che il precedente proprietario ha attaccato sulla prima pagina di questo libro che ho acquistato di seconda mano, dice, in fondo, la verità su una raccolta di racconti che sono passabili, ma non rappresentano niente di eccezionale.

Lo scopo di Eggers, con questa raccolta, è quella di mostrare diversi aspetti di una costante presente nell’uomo: la ricerca di esperienze che portino ad oltrepassare i propri limiti, sentirsi eccezionali, scontrarsi, a volte, con la natura, rendersi protagonisti di gesti assurdi. Per questo, tra gli altri, spiccano racconti in cui i personaggi si ritrovano a voler cavalcare le onde facendo surf, avventurarsi sulle montagne, morire attorniati da centinaia di persone. Mi ha colpito, poi, il racconto Ci sono cose che lui dovrebbe tenere per se stesso, e chi ha letto il libro o ha in mente di leggerlo capirà perché. 

Si apre con una visita alle piramidi e si chiude con il racconto in cui la voce narrante appartiene ad un cane, anziché ad un uomo. Prospettive ribaltate, ma la fame, la voglia di superarsi, resta la stessa.

Consiglierei a questo libro a chi volesse iniziare a farsi un’idea di Eggers a partire da racconti più o meno brevi, ma, pur non avendo ancora letto altre opere di questo autore, direi che non si tratta di una lettura indispensabile.

Stay Tuned

Annunci
La fame che abbiamo | Dave Eggers