Brianzolitudine

Non so se sono tanto d’accordo con lo stereotipo di questo articolo. O almeno, in Brianza io ho conosciuto solo antieroi che si annoiano e basta.

Ho vissuto in Brianza per quasi venticinque anni e per gran parte di essi ho creduto di trovarmi nel migliore dei mondi possibili. Ero convinta che questa terra di formiche operose, così vicina a Milano, ci avrebbe salvati tutti.

Nella Brianza che resta intrappolata nei miei ricordi, non c’erano i Compro Oro e i capannoni dei cinesi che bruciano tra Brugherio e il cielo.

C’erano delle cose che ora non esistono più, tipo il Dada che era un pub con vista su una rotonda di Villasanta, nascosto dietro un distributore di benzina. Il Rock Targato Monza.

I rientri a casa il sabato sera, cantando in macchina tra il nulla e i prefabbricati, gli ecomostri. Il rapporto conflittuale con Milano.

Una metropolitana che non parlava inglese.

Il Live di Trezzo, il Bloom di Mezzago, la Loco.

Ci si perdeva in macchina tra le strade non illuminate di Oreno frazione di Vimercate, Vimercate, Villasanta. Carate Brianza, Besana Brianza, Cazzano frazione di Besana Brianza. Usmate Velate. L’infinita via Lattea della Valassina, il suo affacciarsi su: La Decathlon, negozi di mobili, negozi di mobili, negozi di mobili. Montevecchia, Monticello Brianza, Olgiate Molgora, Merate, Colle Brianza. Nava, frazione di Colle Brianza.

California, Frazione di Lesmo. Ovvero, dove i sogni finiscono.

E tutti quei Brianzoli che poi sono emigrati.

6528_98494008166_4531978_n

Stay Tuned.

PS: La foto è un’ originale, fatta da me all’ uscita sud della Fermata Piccadilly Circus, Luglio 2009. Va da sè che lo sticker “Brianza Pride” non fosse opera mia. Un anno dopo, non c’era più.

Annunci

One comment

  1. Il problema è che quando sei immerso nel tuo ambiente tutto sembra bello e piacevole, poi si scopre che il mondo è leggermente più ampio. Allora vedi il luogo natio come una stanza con le sbarre e nulla è più di prima, perché il locale cult di quando eravamo giovani ha chiuso travolto dai nuovi gusti.
    L’ambiente ti sembra chiuso, poco refrattario ai cambiamenti e noi ci sentiamo cittadini del mondo.

I commenti sono chiusi.