Mese: aprile 2010

Eyjafjallajökull. Time for Icelandic Rebellion.

Vi parlai dell’ Islanda e dei Sigur Ròs un po’ qua e un po’ , , .

Nell’ultimo articolo che vi ho ri-linkato, risalente a 29 mesi fa, parlavo di una canzone initolata Viðrar vel til Loftárása, che poi significa Tempo per un Attacco Aereo.

Ebbene.

Gli scorsi mesi trascorsi “allestero” mi avevano insegnato che puoi andare dove vuoi quando vuoi come vuoi con relativa facilità e in relativamente poco tempo e che le distanze possono annullarsi come se niente fosse. Considerazioni da rivedere in caso di eventi naturali pazzi.

L’ Eyjafjallajökull ha deciso così e non c’è niente da fare, le mille formichine dormono negli aeroporti e affollano le stazioni. Ci sono ancora troppe battaglie che noialtri superevoluti perderemo.

Magari adesso sarete un po’ più curiosi di vedere Heima o sapere che c’è Jonsi a Milano il 9 giugno all’Alcatraz (Hengilàs, “with the volcanic eruption at Eyjafjallajökull in the background”).

Magari no, ma la morale di questa storia è:

Attenzione al cuore caldo di un’isola di ghiaccio.

Stay Tuned?