Cambia il Tempo.

Luglio, 24. Sono passati tre anni da esame di ingegneria del Software dato nel caldo, in prima fila, al secondo anno di università, pochi giorni prima di partire per le stesse isole su cui sono adesso. In verità, poco prima di partire per vedere i Placebo in Francia. Plasebò.

Sembra che di anni ne siano passati almeno 20, da allora.

Sono a metà di questo mio soggiorno londinese e, rammaricata con coloro che effettueranno il gran carnevale di visite che ha avuto inizio questa settimana e proseguirà ancora per tre settimane, vi avviso che qui dicono che summer is over. O meglio summah is ovah…

Sono due anni che non faccio estate, in Brasile era inverno e qui è ottobre, tipo. Ma non mi mancano le estati in Costa Azzurra. Non sono il tipo a cui manca l’estate, non lo sono mai stata. Ho sempre avuto un’anima più da inverno.

Tendenzialmente, con quest’ abitudine a stare sempre da sola, per certi versi sto anche peggiorando. Non dimentichiamoci che la Gran Bretagna è un’ isola.

In un giorno qui si possono alternare per più di cinque volte il sole e la pioggia, e una pioggia da diluvio. Londra, la città dove bisogna sempre portare sia l’ ombrello che gli occhiali da sole. Dove non sai mai che tempo fa nè che tempo farà nel giro dei prossimi dieci minuti. Come direbbe la gente su Facebook : “I like it”. E’ un po’ come me.

Questa Paternoster Square così bella dove sto lasciando un pezzo di cuore e quest’ inquadratura iniziale di Harry Potter con Saint Paul Cathedral e io che stavolta nel cinema pensavo “Dove lavoro io, troppo…”, perchè è ormai il posto che vedo più spesso nella mia vita. Ma lo sarà ancora per lo stesso tempo che ho già passato qui.

E per lo stesso tempo che ho già passato qui, ancora guarderò da quelle vetrate dell’ufficio attraverso le quali oggi ho visto un uomo appeso fuori, mentre puliva il vetro, e penserò:

“Sta cambiando il tempo”.

E già non mi ricordo com’era, o meglio, com’ero, prima che arrivassi qui. Quando ancora tutto aveva solo la forma di uno scherzo.

Sono diversi i motivi per cui non voglio tornare. Li conosco, ma non li vedo attraverso il vetro.

Per ora vedo solo la City, e vedo che cambia il tempo.

Stay Tuned.

Annunci
Cambia il Tempo.