Pioggia (VI)

Stavo per intitolare questo articolo “Pioggia (III)” perchè non mi ricordavo di aver fatto invece già ben cinque articoli chiamati “Pioggia”.

Ebbene, pioggia. Stare tutto il giorno fuori di casa e tornare e avere 42 notifiche sulla macchina infernale chiamata FB e 15 e mail. Lezioni, presentazioni, conferenze, cose, tornare sempre tardi e svegliarsi sempre presto e non avere più tempo di fare niente, tipo. Vedere la Bovisa e dire pu, che brutta, non avere più un diario narrativo ma un’ agenda con la lista delle cose da fare, anzi, da depennare dopo averle fatte. Sono contenta, ma altre due settimane così e collasso. Per fortuna, che in questo periodo non manca, altre due settimane così e poi vado a Parigi.

Piove sulla mia Fiesta con foglie gialle incollate sopra in cui rimbalza un pacchetto di Marlboro Lights (perchè?), piove sui parcheggi di Cologno (COLOGNO MONZESE AQUAPLANING PARTY!!), piove sui miei jeans dall’ orlo disfatto e trascinato in giro per tutta Piazza Leonardo, piove sullo zaino con l’ etichetta dei Placebo, piove sulle dispense di economia del cambiamento tecnologico, piove sui fili di vita sociale che si intrecciano davanti alle vetrate dell’ acquario dopo essere uscita a fumare ascoltando questa:

Write page after page of analysis
Looking for the final score
We’re no closer than we were before

Who are you, what are you fighting for
Holy truth, brother I chose this mortal life
lived in perfect symmetry

What I do, that will be done to me
As the needle, slips into the run out groove
Love, maybe you feel it too

Piove sul Sole (24 Ore).

Erano i Keane, Perfect Symmetry.

Ciaoooo

Stay Tuned

Annunci
Pioggia (VI)