Politecnico, Sabato, ore 7:30 del mattino

Oggi sono arrivata al Politecnico alle 7:30. Era una limpida mattina d’ estate, non faceva ancora caldo. Non c’era nessuno. Ho parcheggiato davanti all’ ingresso principale, uno o due posti più avanti di dove parcheggiò mio papà il giorno della laurea. I portoni erano tutti chiusi tranne una piccola porticina laterale. Sono entrata. Non c’era nessuno.

Ho camminato tra gli alberi cercando l’ aula del mio esame e l’ ho trovata, deserta.  Sono andata a prendere il caffè alle macchinette delle N, e anche lì neanche un’ anima.

N.1.6, N.1.3. completamente vuote. Aule, finestre, corridoi, scale delle N, non c’era nessuno e, per un po’, è stato tutto mio.

E’ stato bello.

Come dicono in un film, ma non ricordo quale, surreale ma bello.

Ascoltando questi benedetti Sigur Ròs,  ancora di più.

Stay Tuned

Annunci