FAQ – Cronache del pomeriggio della domenica (III)

1)Ma se “sono sempre i migliori quelli che se ne vanno”, vuol dire che i migliori non sono quelli che affondano con la loro nave, come il capitano del Titanic, ma quelli che sono capaci di capire che ad un certo punto la nave va abbandonata?

2)Siamo quello che siamo o siamo quello che gli altri si aspettano / vogliono / fanno di tutto affinchè noi siamo, cosicchè quando ci guardiamo allo specchio in realtà non vediamo noi stessi ma un complesso puzzle di pezzi di specchi deformanti messi dalle persone che ci stanno intorno?

(Cristiano Godano direbbe: una, centouno, centomila… Immagini di me, ma…)

3)In relazione alle non-risposte date ai punti 1) e 2), come posso dirti dove sarò alla fine (capolinea, io non sapevo neanche che…), dal momento che non so neanche dove sarò domani?

Buona domenica a tutti!

Stay Tuned

Annunci
FAQ – Cronache del pomeriggio della domenica (III)